•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Una volta scrutato il grafico sotto tutti i time frame, e individuata la tendenza di fondo, in genere entro in un trade sfruttando un canale del profitto, oppure le bande di bollinger per seguire in anticipo un movimento architettato dalle mani forti per catturare gli stop, oppure infine in contro trend con i pattern di Paolo Serafini.

Oggi,sui sottostanti che seguo, non sono riuscito a cogliere nessun segnale, un po’ perché ce ne sono stati pochi, un po’ perché non ho avuto tempo di seguire bene i mercati. Tuttavia, la tavola va apparecchiata lo stesso, e mi sono cimentato in alcune operazioni di scalping, utilizzando il TF 15 o 5 minuti e le magie della barra parlante di Max W. Soldini. E’ tale, la barra che apre, va a formare un minimo (o massimo), torna indietro e chiude dalla parte opposta.

Delle quattro operazioni fatte, due sono state chiuse in pari, due in profitto. La prima operazione, fatta dopo le 8.30, riguarda la coppia USD-JPY. Guardate il grafico a 5 minuti qui sotto.

scalping 1

Vi ho evidenziato la congestione, e il livello dove sono entrato (tratteggio verde). Ciò che mi ha spinto ad entrare è stata la barra parlante che ho evidenziato con un cerchietto verde. questa barra mi dice che le “mani fotti” stanno spingendo il prezzo verso il massimo della congestione. Lo stop loss è posizionato sotto il minimo di questa barra. Qui sotto, il raggiungimento del primo target.

SCALPING 2

La seconda operazione, l’ho fatta dopo le 15 sempre sulla coppia USD-JPY. Guardate il grafico a 15 minuti qui sotto.

SCALPING 3

Notate un calicetto di Serafini. La terza barra del calicetto è una barra parlante. Questa è la situazione che preferisco quando utilizzo questo tipo di pattern. L’ingresso un punto sopra la barra timone (tratteggio verde). Qui sotto il grafico con il primo target raggiunto.

SCALPING 4

Con queste due operazioni, entrambe aperte con l’utilizzo di 0.10 lotti, mi hanno portato un profitto di 18 punti.

Piccoli calcetti.

A domani.

Sebastiano.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share