•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share

Gli “spike” di solito sono manovre delle mani fotti, per catturare gli stop loss, essi sono come una esplosione, che altrettanto rapidamente si sgonfia (il concetto dell’esplosione rende l’idea, non a caso Ross dice che “Il trading è un arte” che và interpretato).

In questo caso si tratta di una entrata al ribasso, sù di uno spike o figura a “bandiera” come la definisce sempre Ross, sulla coppia euro/dollaro. Sono entrato alla violazione al ribasso del massimo della barra che rappresenterebbe l’asta della bandiera delle ore 21 del 17 giugno, da dove è partita l’esplosione di volatilità; ho visto che la barra delle 22.00 ha aperto leggermente sotto la chiusura barra precedente (21.30), e l’entrata è stata alla violazione al ribasso del massimo della penultima barra (l’asta della bandiera) delle 21. Se osservate la figura risulterà chiaro.

Sono entrato con due contratti, stop loss sul massimo della barra delle 21,30, prefissandomi di chiudere un contratto al contatto con la BB superiore, e chiudere l’intera posizione sul massimo delle 15,30 dove il mercato non era più riuscito a salire. Così è andata fino alla chiusura del 50% della posizione.

Spike, Paolo Serafini, Trader, Il Manuale del Trader Idiota, Max Soldini, AmicaBorsa.com,

L’altro contratto, l’ho gestito sul TF a 5 minuti, andando ad abbassare lo stop profit mano a mano che le barre facevano massimi inferiori. Il profit è stato preso sulla candela delle 22.40.

Spike, Paolo Serafini, Trader, Il Manuale del Trader Idiota, Max Soldini, AmicaBorsa.com,

Questa operazione l’ho fatta in modalità demo, ma posso assicurarvi che ci ho messo tutto me stesso come se fosse denaro reale.

Queste ed altre tecniche potrete trovarle sul Manuale del Trader Idiota.

Che il profitto sia con voi.

Il manuale del trader idiota


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  • 1
  •  
  •  
  •  
  •  
    1
    Share