•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Buongiorno a tutti e ben ritrovati sul blog di AmicaBorsa.com!

Siamo agli sgoccioli di questo mese di agosto, con gran parte degli operatori in vacanza e l’uccello padulo sempre pronto a coglierti di sorpresa. In questi miei 4 anni e mezzo di attività, ho capito che nel trading non è importante la tecnica che utilizzi per entrare a mercato, piuttosto che l’analisi fondamentale  e tecnica che elabori per le tue decisioni di acquisto/vendita. Gran parte dei successi (e degli insuccessi), sono dovuti alla gestione dell’operazione.

Quindi, abbandonate l’idea che, una volta entrati, il vostro sistema di trading o le vostre tecniche vi facciano guadagnare automaticamente. La corretta gestione della posizione è condizione necessaria per poter fare profitto in maniera costante.

Certo, magari diverse volte vi ritroverete a chiudere una posizione con qualche tick di profitto, per poi vedere andare il prezzo verso il target prefissato. Ma questo a noi non deve interessare, il rispetto del piano di gestione è fondamentale.

A titolo di esempio, vi posto un’operazione sul CFD del Bund del 27 agosto, gestita in stop profit. Guardate il grafico  a 15 minuti qui sotto.

 SC20140827-161530

Questo derivato è in uptrend da parecchie sessioni, e ci troviamo sui massimi assoluti. Sono entrato al ribasso con 4 minilotti, e per l’ingresso, ho utilizzato la tecnica del doppio massimo di Paolo Serafini. Questo pattern è sconsigliato per i derivati americani, dove è evidente una continua caccia agli stop posizionati sopra i massimi o sotto i minimi, mentre su sottostanti come il Bund, è molto efficace. Qui sotto, l’evoluzione del trade, fotografato nel momento in cui ho spostato lo stop profit 3 tick sotto l’ingresso.

 SC20140827-161632

Il prezzo è poi tornato indietro, facendo scattare lo stop profit. Qui, avrei potuto guadagnare molto di più, se non avessi messo uno stop profit protettivo di tre tick, dopo che il prezzo era andato sotto di 12 tick rispetto al mio ingresso al ribasso. Ma vi assicuro che si sono verificate parecchie situazioni in cui, invece, mi sono beccato un sonoro stop loss, dopo aver visto la mia posizione guadagnare più di 10 punti.

Il rispetto del piano è tutto.

Che il profitto sia con voi.

P.S.: qui sotto il grafico dell’operazione fatta stamattina sul CFD del Nasdaq, con l’impiego del canale del profitto e della snack bar. Qui ho già chiuso i ¾ e messo lo stop in pari.

SC20140828-102731

A dopo per un eventuale aggiornamento.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •