•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

La prossima settimana di Trading Online vedrà protagoniste diverse banche centrali: la Reserve Bank of Australia, la Bank of Canada e per finire la BCE che comunicherà il tasso d’interesse ufficiale nella giornata di giovedì. Nel mezzo anche l’inflazione USA, il PIL in Cina ed i dati sul lavoro nel Regno Unito.

Facciamo la nostra solita panoramica sulle principali notizie della prossima settimana in modo da non arrivare impreparati. Come dicevamo sopra saranno protagoniste diverse banche centrali, alcune comunicheranno i tassi d’interesse (Canada ed Euro), la RBA invece renderà noto l’output economico e fiscale del primo semestre del 2016.

Lunedì durante la giornata non sono previsti dati rileventi per Europa ed USA mentre in serata ci sarà l’intervento di Mario Draghi alla giornata europea della cultura a Francoforte. Non è un evento ufficiale BCE ma comunque bisogna prestare attenzione.

In tarda serata invece per quanto riguarda le economie oceaniche ci sarà la conferenza stampa del presidente RBA Philip Lowe ed i dati trimestrali sull’inflazione in Nuova Zelanda. 

Poche ore più tardi, martedì notte, sempre RBA protagonista con i verbali dell’ultimo meeting di politica monetaria mentre in mattinata spazio ai dati sull’inflazione nel Regno Unito. Nel pomeriggio protagonista l’America con Stati Uniti (inflazione) e Canada (vendite nel settore manifatturiero) mentre in serata spazio all’indice dei prezzi dei prodotti caseari per la Nuova Zelanda.

Mercoledì e giovedì saranno le due giornate più importanti di tutta la settimana. Partiamo dalla prima dove troviamo nella notte la RBA che rilascerà i risultati economici e fiscali di metà anno mentre in Cina verranno rilasciati i dati sul PIL e sulla produzione industriale.

In mattinata spazio invece ai dati sul mercato del lavoro nel Regno Unito (richieste per i sussidi di disoccupazione, salari medi e tasso di disoccupazione) mentre nel pomeriggio la Bank of Canada comunicherà i tassi d’interesse ufficiali per il dollaro canadese (che dovrebbero rimanere invariati allo 0,50%). Sempre nel pomeriggio spazio agli Stati Uniti con i Permessi di Costruzione ed i Crude Oil Inventories.

Giovedì come dicevamo altra giornata da bollino rosso. Nella notte verranno rilasciati i dati relativi al mercato del lavoro in Australia mentre in mattinata toccherà alle Vendite al Dettaglio nel Regno Unito. Ma l’attesa sarà tutta per l’ora di pranzo con la BCE che comunicherà il Minimum Bid Rate per l’Euro (che le previsioni danno invariato allo 0% nonostante le voci di un allentamento sulla politica monetaria da parte della banca centrale europea). Poco dopo anche la conferenza stampa di Draghi.

Pomeriggio importante anche per gli USA con il Philly Fed Index e l’immancabile dato sugli Unemployment Claims, le richieste per i sussidi di disoccupazione americane che sono un appuntamento fisso della settimana di Trading Online.

Venerdì giornata all’apparenza tranquilla. Ad oggi non sono previsti dati di rilievo per Europa ed USA mentre sarà protagonista il Canada con l’Indice dei Prezzi al Consumo e con le Vendite al Dettaglio.

Bene amici questa è la panoramica di quello che ci attende in settimana. Commenteremo le singole giornate con il calendario economico che pubblicheremo ogni mattina a partire da lunedì.

Buon Trading a tutti

Manuale Pratico Del Trader Sportivo, Betfair, Trading, Matckbook, Scommesse, Betting, Guadagnare Soldi Online, Scommesse Sportive, Calcio, Tennis, Basket,


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •