•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ultima seduta di contrattazioni della settimana positiva per le borse europee con Milano in testa spinta dai bancari e dalla ripresa di FCA. Rialzi anche a Wall Street (fatta eccezione per il Dow Jones), seduta negativa invece per Oro, Argento e Petrolio.

La giornata ha visto il rilascio di diversi dati importanti a partire dalla bilancia commerciale in Cina di stanotte che è cresciuta meno di quanto previsto per passare poi alle vendite al dettaglio ed all’indice dei prezzi alla produzione in USA entrambi superiori alle aspettative. In linea con le previsioni invece il dato preliminare sulla fiducia dei consumatori rilasciato dall’Università del Michigan nel pomeriggio.

Seduta positiva per le borse europee come dicevamo (indice Eurostoxx 50 +1,05% a 3.321 punti) con Milano in testa: il FTSE MIB è stato il migliore tra gli indici del vecchio continente ed ha chiuso a quota 19.514 punti in rialzo del +1,87%. In ripresa FCA (+4,61%) ma i protagonisti di giornata sono stati i bancari con Ubi in testa (+9,59%) seguita da BPER (+5,99%) e da Banco BPM (+5,06%). Bene anche le altre piazze del vecchio continente a partire da Parigi (Cac +1,20% a 4.922 punti) e proseguire poi con Madrid (Ibex +1,11% a 9.511 punti), Francoforte (Dax +0,94% a 11.629 punti) e Londra (FTSE 100 +0,62% a quota 7.337 punti).

Rialzi anche a Wall Street dove però fa eccezione in Dow Jones che cede il -0,06%. Segno più invece per Nasdaq (+0,57%) ed S&P 500 (+0,22%).

Sul mercato dei cambi da registrare il leggero calo del dollaro che perde terreno (poco a dir la verità) nei confronti delle principali concorrenti: Sterlina (GbpUsd +0,22% a 1,2186), Euro (EurUsd +0,18% a 1,0631) e Yen (UsdJpy -0,10% a 114,57 punti). Invariato rispetto a ieri Euro-Sterlina a quota 0,8725 punti, poco sopra la parità invece Sterlina-Yen che guadagna il +0,06% a 139,53 punti.

In calo oggi il Petrolio dopo i rialzi di ieri e dell’altro ieri. Il greggio perde circa un punto percentuale: a New York il WTI cede il -1,21% a 52,38 $ al barile mentre a Londra il Brent fa registrare -1,04% a 55,42 $ al barile.

Lievi ribassi anche per Oro (-0,23% a 1.197 $ l’oncia) e per Argento (-0,17% a 16,79 $ al barile), più consistente invece il calo per il Palladio che cede il -1,75%. Rialzi invece per gli altri sottostanti del settore che seguiamo di solito, Platino (+0,22%) e Rame (+0,62%).

Noi anche per questa settimana abbiamo finito, come sempre vi diamo appuntamento nel weekend.

Buon Trading a tutti


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •