•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Cari lettori di AmicaBorsa,

è con immenso piacere che vi scrivo oggi, in questo particolare periodo dell’anno, per augurarvi un sereno Natale ed un felice e prospero anno nuovo.

E’ stato un anno intenso, il 2014. Abbiamo lavorato strenuamente per migliorare il nostro sito, migliorare i miei patterns di entrata ed adattarli all’evoluzione del mercato. Sono costantemente alla ricerca di un affinamento delle mie tecniche e, assieme a Max, ho organizzato i corsi in maniera diversa, evolvendoli ad un livello superiore mirato alla preparazione del trader prima che questo possa avventurarsi in questo lavoro pericoloso.

Ci sono gli squali la fuori e, senza le dovute protezioni, non si può nuotare assieme a loro.

Siamo seguiti da molti di voi che lavorano con conti reali, utilizzando le mie tecniche, e pubblicano costantemente i loro risultati.

Un particolare ringraziamento va a Matteo e Sebastiano che regolarmente pubblicano le loro operazioni spiegando, con dovizia di particolari, il motivo che li ha portati a prendere quella decisione e perché hanno adoperato quel particolare pattern.

Un ringraziamento a Max, che sempre si prodiga per il buon esito del nostro lavoro e ad Andrea che, dietro le quinte, si occupa della parte tecnica del nostro sito.

Il 2015 ci riserverà nuove sfide, ma noi le sapremo cogliere e porteremo a casa i frutti della nostra costanza e del nostro duro lavoro.

Con un pizzico di orgoglio, posso dire di avere la coscienza a posto ed essere libero di parola perché io batto realmente il mercato in maniera costante, non vendo aria fritta.

Chi è venuto da me in sala trading a Cavarzere sa che non sono un venditore di fumo e mi ha visto come opero e combatto con gli squali, tutti i giorni.

Se volete frequentare i miei corsi sarete i benvenuti, vi insegnerò le mie tecniche che ho costruito nel tempo, battendomi come un leone nella giungla del trading.

Vi abbraccio tutti quanti e vi auguro che anche voi possiate, come me, trarre grandi soddisfazioni da un lavoro duro ma veramente meritocratico quale è quello del trader professionista.

Paolo Serafini

 


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •