•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Con questo trade su Betfair, sono entrato sul mercato dell’esito finale. Per esito finale, intendiamo il mercato 1×2.

Siamo nel campionato Scozzese, la partita è Kilmarnock Celtic e gli ospiti sono nettamente favoriti e vanno in vantaggio al 10° minuto del primo tempo.
In questi frangenti, dove c’è una squadra nettamente favorita, abbiamo 2 possibilità di entrata. La prima, quella classica, è di entrare in prossimità dei primi minuti del match sul segno della favorita, se la quota è almeno a 1,50/1,60, suddividendo lo stake in più parti, di solito almeno 3 e fare entrate graduali, in modo di scontare una quota media leggermente superiore rispetto all’entrata con un unico stake.
Se la quota è sotto quanto ho scritto sopra, meglio aspettare qualche minuto, in modo che salga verso il prezzo che andremo a chiedere al mercato.
Non serve ricordare che la quota salirà in assenza di goal, o per il vantaggio della sfavorita.

Le rimanenti 2 parti dello stake, le andremo a impiegare entro il primo tempo, con altrettante entrate frazionate.

La modalità di uscita, è semplice: potremo uscire non appena la favorita andrà in vantaggio con un profitto variabile e in base a quante frazioni di stake saremo riusciti ad abbinare durante il match.
Se le cose non dovessero andare bene, in teoria, ma molto in teoria, si dovrebbe uscire verso il 75° minuto con un loss superiore al 50% di quanto messo a rischio, oppure, portare il trade fino alla fine mettendo a rischio l’intero importo abbinato.
La seconda modalità di entrata, è attendere un eventuale vantaggio della sfavorita, o anche un goal di pareggio della sfavorita.
Anche qui, il motivo è di riuscire a scontare una quota maggiore.
Scontare una quota maggiore, a parità di rischio ci permetterà, se tutto andrà secondo il nostro piano di trading, di incassare una somma maggiore.

Non sono proprio amante di questa tecnica, ma in certi campionati la utilizzo spesso.

Non entro frazionando lo stake, perché, se il goal della favorita arriva troppo presto, mi troverò con un rapporto di rischio rendimento sfavorevole.
Vero che andrò ad incassare dal 7 al 15% circa, ma questa cosa del rischio rendimento, sul lungo periodo, mi pagherà utilizzando la modalità di entrata con la quota maggiore.
Molto del probabile successo di questa tecnica, è legato a quando arriva il goal e a che quota siamo riusciti a chiudere l’abbinamento.
Stavo dicendo che, quando utilizzo questa tecnica, lo faccio in presenza di uno svantaggio della favorita.
In tal caso, posso andare a bancare la sfavorita in vantaggio, o dipende dalla quota, puntare la favorita.

Nella partita in oggetto, sono entrato dopo il goal del pareggio del Kilmarnock, non subito, dato che ho atteso qualche minuto, perché il mercato, dava per scontato la vittoria del Celtic.
Con il passare del tempo, questo goal atteso non è arrivato e passati una quindicina di minuti, ho deciso di coprire il trade con il mercato di risultato esatto 1 a 1.
L’idea è che arrivasse comunque il goal del Celtic, ma anche di limitare la perdita nel caso non avvenisse.
Al momento della mia entra sulla copertura, la quota di risultato esatto 1 a 1, era leggermente superiore a 2,5.
Mi sono quindi messo nella situazione che, in caso di 1 a 1, di riuscire a chiudere il leggero positivo uscendo nel momento in cui, la perdita sul mercato del esito finale, si fosse bilanciata con il profitto del mercato risultato esatto.

Nella foto sopra, si vede la situazione sul mercato risultato esatto.
In quella sotto, invece, faccio vedere la perdita sul mercato dell’esito finale.

 

Si tratta di una chiusura praticamente in pari.

In questo modo, mi sono esposto con circa 25 sterline di possibile perdita nel caso fosse andata in vantaggio la sfavorita e addirittura avesse vinto.
Se, invece, avesse vinto il Celtic, la mia perdita totale sarebbe stata d circa 7 sterline.

In questo modo, ho chiuso in pari.
Inutile dire che non ritengo idonea questa tecnica per aumentare i profitti, ma ripeto che la uso per abbassare le eventuali perdite e che il concetto, è di non portare il trade fino alla fine, ma di chiudere appena si bilancia il verde.

In un prossimo post, parlerò di come coprirsi in mercati under over.
Se vuoi approfondire sul trading sportivo di Betfair, leggi il mio libro “Esco o resto” che puoi acquistare qui.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •