•  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Ma va la! Questa è stata la mia reazione quando il grande vecchio del Trading Sportivo mi ha parlato per la prima volta del Trader Pazzo.

 

Beh, l’inizio della storia, era un po’ come quelle che mi raccontava da bambino per farmi addormentare, ci metteva sempre dei colpi di scena, tipo la civetta che faceva “cicisbeo, cicisbeoo!” per mettermi un po’ di paura per non farmi addormentare e restare li a raccontarmi ancora qualche storia.
In effetti, quando ha iniziato a raccontarmi del Trader Pazzo, un tizio sulla quarantina che non fanno nemmeno più entrare nelle agenzie perché le sbancava con delle multiple impossibili.
Eh, non sono mica più un bambino e adesso, quando sento certe storie, anche fossero personaggi epici del mondo del Betting o delle scommesse sportive, non prendo tutto proprio come se fosse oro colato.
Passato il tempo, dopo averci messo il naso, con il trader pazzo ho iniziato a lavorarci e con lui e mio padre Massimo, abbiamo approntato il metodo che abbiamo descritto nei volumi di “Esco o resto?” che puoi trovare qui.
Tutto quello che mi era stato raccontato, era pura verità, tanto che mi sono rimasti anche dei dubbi che fossero vere le storie sulla civetta.

 

In cosa consiste la modalità di Trading Sportivo del  Trader Pazzo?

 

Si tratta di una modalità di gestione del Money Management molto aggressiva, dove il rischio, molte volte, può essere anche il conto stesso.
Detta in questo modo, metterebbe paura a qualsiasi trader sportivo morigerato di Dio, ma se ci pensiamo bene, è una grande occasione di moltiplicare e molto velocemente quello che si ha in tasca.
D’altra parte, chi conosce il Metodo Pava, sa che tutto parte da una modalità di trading a rischio zero. Poi si passa a una seconda modalità a rischio calcolato e bassissimo. Si arriva, con il profitto generato dalle prime due fasi a attuare una modalità ad alto rischio e alto incasso.

Schei, schei, schei, che piovono nelle nostre tasche.

 

Ok, ma quanto verità c’è in quello che vi racconto?

Boh, abbiamo messo sempre le slide per far vedere i progressi nel  nostro club di Facebook ma qualcuno ha storto il naso e nominato più volte diversi programmi di grafica che servono a modificare le immagini.
Prima reazione nostra, era il classico indirizzo Veneto: “ma va in mona, va!” però ci siamo resi conto che, mettere un video del conto e non un video del conto di un solo giorno, ma del massimo periodo possibile, fosse la cosa giusta da fare per dimostrare che ciò che stiamo facendo, è assolutamente vero. Anzi, verissimo!

Allora, godetevi il brevissimo video sul conto del Trader Pazzo, non pensate che stiamo parlando di chissà quali cifre e che con questo profitto andremo a combattere la fame nel mondo o la povertà dei popoli. Pensate piuttosto, che con questi mille euro di profitto su uno dei conti che abbiamo, andremo a combattere la povertà: la nostra.
Si tratta di una operatività replicabile?

Non chiedete all’oste se il suo vino e buono.

Chiedete a chi questo vino lo beve da tempo e lo beve, ormai, gratis.
Mi raccomando, se la cosa vi interessa, condividete questo post e mettete un commento qui sotto e anche sotto il video sul nostro canale di youtube.

Dai, se raggiungeremo un buon numero di commenti, faremo un webinar sull’operatività del trader pazzo.
Vi facciamo vedere quello che altri raccontano.

Marco Pava sport trader

Con il trading sportivo ci apparecchio la tavola.

 

P.s. Acquista il corso sul trading sportivo qui.
Acquista il mio libro qui.


  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •